La deglutizione

La deglutizione è la funzione che permette a liquidi e solidi il passaggio dalla bocca allo stomaco.

Ha luogo in tre fasi, coinvolgendo molti muscoli: ingerimento, passaggio attraverso la faringe, passaggio dall’esofago allo stomaco; e’ un atto che si ripete dalle 1.600 alle 2.000 volte al giorno ,calcolando sia la deglutizione in seguito all’assunzione di cibi e bevande che la deglutizione della saliva.

La pressione esercitata dalla lingua ad ogni atto di deglutizione è di circa 1 kg, quindi il carico totale giornaliero può arrivare fino a 2 tonnellate! Ecco perché  è così rilevante nello sviluppo dell’apparato stomatognatico.

La deglutizione atipica è quella particolare e scorretta deglutizione presente in alcuni bambini e talvolta anche negli adulti, caratterizzata dall’interposizione della lingua tra le arcate dentali.

A differenza della deglutizione normale, in cui le labbra sono chiuse, nella deglutizione scorretta le labbra non si chiudono o per farlo i muscoli della faccia sono coinvolti in una contrazione eccessiva e visibile e la lingua si interpone tra i denti, che non sono a contatto. Spesso ne consegue uno scorretto sviluppo delle arcate dentarie .

Questo accade per numerosi motivi, il più frequente dei quali è la presenza di una interferenza (biberon, ciuccio,suzione del dito, ecc…) durante lo svezzamento.

Si consiglia fortemente di tenere sotto controllo l’evolversi della deglutizione durante la crescita e, in caso di dubbi, rivolgersi ad uno specialista.